stiamo tranquilli…

Il Dna di una neonata rivela le origini dei nativi americani

0 commenti

A cura di @GiMa e @Space Tractor.

Un articolo del National Geographic spiega come si è arrivati alla scoperta della più antica presenza umana nel continente americano:

Circa 11.500 anni fa, una neonata sopravvisse fino a sei settimane nel rigido clima dell’Alaska centrale; adesso il suo genoma sta fornendo ai ricercatori importanti e sorprendenti informazioni.

Il suo genoma rappresenta finora il profilo genetico completo più antico di un essere umano del Nuovo Mondo. I suoi geni rivelano inoltre l’esistenza di una popolazione finora sconosciuta imparentata con gli attuali nativi americani, ma più antica e geneticamente distinta da questi ultimi.

Immagine da Wikimedia.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.