stiamo tranquilli…

La Germania deve fare i conti con i crimini commessi dai rifugiati [EN]

La Germania deve fare i conti con i crimini commessi dai rifugiati [EN]

0 commenti

A cura di @perodatrent.

Leonid Bershidsky commenta su Bloomberg News uno studio commissionato dal governo federale tedesco a sociologi dell’università di Zurigo.

Gli studiosi hanno avuto accesso ai dati della polizia federale,  che non erano stati resi pubblici, riguardanti i crimini commessi da persone richiedenti asilo negli anni 2015 e 2016.

Researchers asked for data that specifically concerned asylum applicants, both successful and unsuccessful, who had arrived in 2015 and 2016. The state police — in keeping with the unspoken taboo — hadn’t published such statistics, but they obliged the research team.

I dati, spiega Bershidsky, danno ragione a chi si oppone alle politiche di accoglienza, ma solo in parte. Gli episodi di crimine violento attribuiti a richiedenti asilo sono aumentati, ma la distribuzione non è uniforme. In proporzione sono molto più frequenti crimini violenti commessi da nordafricani che quelli commessi da siriani o afgani.

L’articolo discute i dati e le implicazioni per le politiche future. In particolare, l’autore sottolinea che i richiedenti asilo provenienti da zone di guerra siano più spesso nuclei familiari, che hanno più speranze di essere accolti come rifugiati.

 

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.