stiamo tranquilli…

Nel Parco dell’Aspromonte a caccia delle vacche sacre della ’ndrangheta

0 commenti

Su suggerimento di @Yoghi.

L’inviato del Sole 24 Ore Roberto Galullo è andato in Calabria per raccontare il fenomeno delle vacche sacre della ‘ndrangheta, mandrie di bovini vaganti diventate un simbolo di intangibilità per le cosche, contro cui si è mossa la prefettura di Reggio Calabria.

Immagine da Wikimedia.

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.