stiamo tranquilli…

Seconda giornata del Sei Nazioni di rugby

0 commenti

Acura di @CesareCiopper.

Secondo weekend di grande rugby, con il Sei Nazioni 2018.

La prima giornata ci ha consegnato partite ricche di spettacolo ed emozioni, e subito qualche sorpresa inattesa. Come la roboante vittoria di un ritrovato Galles ai danni di una Scozia incerottata e apparsa in sofferenza e involuta come gioco, rispetto alle ultime uscite autunnali. Saprà, la Scozia, rifarsi? con una indiavolata e arrabbiata Francia perdente al fotofinish contro una rediviva Irlanda e al drop da distanza siderale di Sexton, a tempo ampiamente esaurito.

L’Inghilterra proverà a riconfermarsi a Twickenham dopo la larga vittoria di Roma, dove una generosa prova dell Italia non è stata sufficiente a stoppare lo squadrone del vecchio lupo di mare Eddie Jones. Ma il Galles con il blocco della franchigia Scarlets sembra tutt’altro che arrendevole e vorrà tentare un scorribanda a Londra.

Resta l’Irlanda, dopo il vittorioso esordio di Parigi pare avviata verso una vittoria casalinga certa, l’Italia non pare infatti possedere le armi necessarie per impensierire eccessivamente il XV del trifoglio. Sorpresone nella formazione irlandese guidata da Joe Schmidt: la terza linea CJ Stander si accomoda in panchina per far posto al rampante Jack Conan. L’Italia si presenta in buone condizioni psicofisiche e pochi sono i cambi effettuati dal tecnico irlandese Conor O’Shea, di ritorno nella sua terra.

Il programma completo della seconda giornata è consultabile sul sito di OnRugby che segue:

Sei Nazioni 2018: programma, orari e tv della seconda giornata

 

Immagine da Wikimedia Commons.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.