stiamo tranquilli…

74a Mostra del Cinema di Venezia – Il gran finale

di Mambombuti • 9 Set 2017 • 0 commenti 10

A cura di @mambombuti.

Questa sera si conclude la settantaquattresima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e fra poche ore sapremo quale sarà il film a cui la Giuria Internazionale presieduta da Annette Bening assegnerà il il Leone d’Oro e gli altri premi collaterali del Concorso (Leone d’Argento per la miglior Regia, Gran Premio della Giuria e Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile e femminile). 

Cultura, Feat

Il nuovo tribalismo: da dove viene e dove ci porterà

di @spacc • 22 Ago 2017 • 0 commenti 3

A cura di @spacc.

Un articolo su Stradeonline ci parla del tribalismo e di come esso, per effetto, tra le altre cause, dell’utilizzo dei social network), stia riemergendo:

Si possono notare fenomeni tribali su varie scale: la rinascita dei localismi, il secessionismo, e il successo dei movimenti conservatori e delle politiche xenofobe e tendenzialmente repressive, in risposta a un periodo critico segnato da grandi flussi migratori, dal terrorismo di matrice islamica, dalla crisi economica, dalle conseguenze della globalizzazione, dalla precarietà lavorativa e dall’austerity; si assiste alla polarizzazione dei dibattiti intorno agli stili di vita, all’uso e alla regolamentazione delle armi, ai diritti civili, ai regimi alimentari, all’etica della ricerca scientifica e all’accanimento terapeutico, come testimoniato dalla storia di Charlie Gard.

 

Cultura, Feat

La cultura è un’industria, non un museo da spolverare: lo capiremo, prima o poi?

La cultura è un’industria, non un museo da spolverare: lo capiremo, prima o poi?

di Massimo011 • 30 Giu 2017 • 0 commenti 2

A cura di @Massimo011.

Questo articolo de Linkiesta a firma F.Cancellato suggerisce che

non solo la cultura è un’industria, non solo lo è nella sua più ampia accezione possibile – dai musei al design di prodotto, dal cinema ai siti archeologici -, ma è anche il pezzo di economia che può far davvero ripartire l’Italia: «Chi opera nel campo delle professioni culturali e creative possiede un più alto livello d’istruzione e ottiene un reddito da lavoro circa il 15% più alto di quanto avviene mediamente – dice il presidente di Unioncamere Ivan Lo Bello – Puntare sulla cultura e sulla creatività significa, quindi, puntare su competenze in grado di affrontare la stagione dell’Industria 4.0».

 

Cultura, Feat