stiamo tranquilli…

❓ #chiediloahookii – Fake news e censura, perché non considerare editori i gestori di Social Network?

0 commenti

Visto che riparte il discorso sulla censura o meno di chi usa dei mezzi privati come i social network per propagandare le proprie idee, e visto che, alle solite, c’è chi si scandalizza per la censura e chi invece si scandalizza per la marea di falsità, fake news, incitazioni all’odio che i SW ospitano, chiediamoci una cosa: non sarebbe più semplice considerare i social editori, e corresponsabili di quello che diffondono?

È una soluzione semplicissima, facilissima, a costo quasi zero (costerebbe forse in tribunali e personale addetto) e richiede tre secondi di elaborazione concettuale per formularla. La domanda dunque è:  quali sono le controindicazioni?


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.