stiamo tranquilli…

Come sono sopravvissuta a un campo cinese di rieducazione per uighuri [EN]

0 commenti

Dopo dieci anni in Francia, Gulbahar Haitiwaji torna in Cina su richiesta delle autorità, per firmare dei documenti relativi alla sua pensione. Incomincia un’odissea di due anni di prigionia, dentro a un sistema creato per umiliare, fare il lavaggio del cervello e per togliere la propria umanità a chi lo attraversa.

Un long read del Guardian racconta la sua storia.

 

Immagine da Asia News


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.