stiamo tranquilli…

Abbasso i cuochi d’artificio

Abbasso i cuochi d’artificio

0 commenti

Lo diciamo con l’amaro in bocca, nonostante la gran quantità di leccornie che passano sotto i nostri occhi nei vari programmi tv, colpevoli fra l’altro proprio di aver creato questi mostri sacri del pensiero culinario. Anzi, forse lo diciamo con l’amaro in bocca proprio per quello: non se ne può più dei filosofia del pentolone, dell’ermeneutica alla cipolla di Tropea, soffritto presocratico con spruzzata di Heidegger al mirtillo rosa. Non se ne può più di cuochi che si sentono intellettuali, che si comportano da intellettuali, che vengono considerati intellettuali. Che usano la popolarità regalata loro dai programmi tv per ergersi a guide politiche e spirituali. E spargono sentenze in ogni dove, anziché spargere, come dovrebbero, soltanto il cacio sui maccheroni.

Ne parla Un articolo di Panorama.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.