stiamo tranquilli…

Allarme blu, il Nilo è in brutte acque

0 commenti

Su suggerimento di @sdd.

Un articolo di IL, settimanale del Sole 24 Ore, parla dei problemi demografici e ambientali dell’Egitto.

Dove oggi ci sono la fede in Allah e le burocrazie dei ministeri del Cairo, nell’Antico Egitto c’era Anuqet, dea del Nilo, venerata per la sua capacità di trasformare – con le sue piene d’estate – le zone desertiche limitrofe in un terreno particolarmente fertile grazie a un sedimento chiamato limo. È quello che ci hanno raccontano i maestri alle scuole elementari – e che racconteranno anche ai nostri figli e alle future generazioni come hanno fatto con quelle passate – iniziando a insegnarci la storia delle civiltà.

Immagine da flickr – Rod Waddington.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.