stiamo tranquilli…

Annientare, il nuovo libro di Michel Houellebecq

Annientare, il nuovo libro di Michel Houellebecq

0 commenti

Fabrizia Sabbatini su Pangea recensisce il nuovo libro di Michel Houellebecq, Annientare:

Annientare è un libro privo di morale che non presta fede ad alcuna ideologia, al contrario, le devasta tutte, con avveduta leggerezza, con un gesto della mano che sa di nonchalance le scaccia via come fastidiosi insetti. Spoglia la realtà dei suoi strati superficiali, lasciandola nuda, con i suoi temi essenziali, la vita e la morte, Dio e l’uomo, il nulla e il sesso

Gianpaolo Serino per Dagospia raccoglie e soppesa tutte le recensioni italiane, a cominciare dalla novità (per un libro) dell’embargo delle recensioni:

Michel Houellebecq ha annientato la critica letteraria. Le sue case editrici, la “Flammarion” francese e “La nave di Teseo” per l’Italia hanno rispettato la volontà dello scrittore di inviare il testo ai giornalisti culturali solo alcuni giorni fa- firmando un contratto di riservatezza e di non divulgazione- per poterne scrivere tutti soltanto oggi.

I giudizi dei critici italiani, secondo serino, sono alquanto appiattiti:

[… N]nessuno grida al capolavoro ma neanche viene stroncato: l’unica coraggiosa è Michela Marzano su “la Stampa” che tra le righe ci fa capire che Houellebecq è ripetitivo e non affronta, se non alla fine, il cuore del romanzo: la paura della malattia e della morte.

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.