stiamo tranquilli…

È l’Eros che nobilita l’uomo, non il lavoro, ci disse Marcuse

0 commenti

Su suggerimento di @dk.

Martin Rubba parla su The Vision del pensiero di Herbert Marcuse e della sua importanza oggi.

Eros e civiltà, infatti, si presenta come lo strumento teorico con cui liberarsi di un sistema sociale repressivo e dare vita a un nuovo umanesimo, attraverso la riaffermazione delle pulsioni umane. Tra i massimi esponenti della Scuola di Francoforte, Marcuse si propone di indagare l’origine del disagio nella società contemporanea, intrappolata negli ingranaggi dello sviluppo industriale avanzato, descrivendo i motivi per cui l’individuo è costretto ad accettare questa sottomissione. Il primo passo per la formulazione della sua teoria è analizzare il presente attraverso una critica al pensiero di Sigmund Freud, esposto soprattutto in Totem e tabù e ne Il disagio della civiltà, concentrandosi, quindi, sugli aspetti psicanalitici. Il risultato di questa analisi sarà la descrizione di una società che si basa su fondamenti sconcertanti.

Immagine da Wikimedia.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.