stiamo tranquilli…

I riformismi socialisti al tempo del centro-sinistra

I riformismi socialisti al tempo del centro-sinistra

0 commenti

In un articolo di Pandora Rivista, Domenico Romano recensisce la collana di scritti sul socialismo italiano prodotta dalla Fondazione Giacomo Brodolini.

La recensione affronta le divisioni interne al partito, il periodo del centro-sinistra, e il rapporto dei socialisti con gli altri partiti e i sindacati dell’epoca, concludendo con l’impronta culturale che il partito ha lasciato in eredità nel dibattito politico.

Volendo sintetizzare al massimo il nucleo problematico oggetto del volume, la domanda di fondo sembra essere questa: considerato che raramente è possibile trovare un periodo così tanto importante e ricco di elementi positivi e politiche favorevoli agli interessi dei lavoratori, talmente duraturi che più di qualche studioso lo ritiene il periodo di maggiore successo per le istanze popolari nell’intera storia d’Italia, come si spiegano i contemporanei esiti contraddittori per il PSI? È bene specificare che per esiti contradditori intendiamo sia quelli propriamente elettorali sia la subalternità politico-organizzativa del PSI sia verso la DC che verso il PCI.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.