stiamo tranquilli…

Venerdì nero, salari in rosso

Venerdì nero, salari in rosso

0 commenti

A cura di @NedCuttle21(Ulm).

Secondo un articolo pubblicato su Jacobin Italia, la decisione di Amazon di aumentare il salario minimo dei suoi dipendenti negli States a 15 dollari sarebbe dovuta in parte a un disegno di legge presentato in settembre da Bernie Sanders.

Oggi è il Black Friday: è la data che negli Stati uniti segue il “giorno del ringraziamento”. Cominciano gli acquisti natalizi, si offrono sostanziosi sconti, si prospettano indicatori sull’andamento del commercio. Da qualche anno, grazie al commercio online, il venerdì che segue il terzo giovedì del mese di novembre è diventato cruciale anche per i consumatori italiani. E il colosso che ha reso la data globale è senza dubbio amazon.com. Il gigante di Jeff Bezos proprio il mese scorso è tornato a far parlare di sé e proprio per un’innovazione scattata in questi giorni. Stavolta non si tratta di una nuova acquisizione miliardaria o del brevetto di un nuovo robot. Per la prima volta l’azienda fondata a Seattle nel 1994 annuncia di voler aumentare il salario minimo orario dei propri dipendenti (a tempo pieno, parziale e in somministrazione) negli Stati uniti, da 11 a 15 dollari, e in Gran Bretagna, da 7 a 11 sterline.

 

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.