stiamo tranquilli…

A centocinquant’anni da La Comune di Parigi

0 commenti

In Francia destra e sinistra si dividono sulle celebrazioni dell’anniversario dell’esperimento di autogoverno parigino. Lo spiega Gigi Riva su L’Espresso.

Un paio di mesi dopo la Comune di Parigi un corrispondente del World, R. Landor intervistò Marx a Londra. Era il 3 luglio 1871. L’intervista si può leggere su Sbilanciamoci. “In Francia, un centinaio di leggi repressive e un antagonismo morale fra classi sembrano rendere necessaria la soluzione violenta di una guerra sociale. La scelta di una simile soluzione spetta alla classe operaia di quel paese. L’Internazionale non pretende certo di dettare il da farsi in merito, e neppure di dare consigli. Ma accorda in ogni momento la sua simpatia e il suo aiuto entro i limiti fissati dal suo stesso regolamento”.

“La Comune di Parigi e l’Europa della comunità? Briciole di immagini e di idee per un ritorno della Commune de Paris 1871”, edito da Quodlibet, scritto da Luciano Curreri, è una riflessione su quella esperienza rivoluzionaria alla luce della Comunità europea di oggi. Si può leggere una recensione su Il Manifesto o guardare un video in cui Curreri dialoga con lo storico Alessandro Barbero.

Immagine da Wikimedia.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.