stiamo tranquilli…

I lavori che i tunisini non vogliono più fare

I lavori che i tunisini non vogliono più fare

0 commenti

Un articolo del giornalista tunisino Mourad Teyeb pubblicato su EuReporter mette in luce le macroscopiche contraddizioni del mercato del lavoro nel paese nordafricano.
Stando alle cifre ufficiali il tasso di disoccupazione è al 17,8% e supera addirittura il 30% per i laureati; ciononostante in molti settori (spec. ristorazione, costruzioni, trasporti, agricoltura, pesca, ecc.) a detta dei datori di lavoro è difficilissimo trovare manodopera locale, tanto che si deve sempre più spesso ricorrere al lavoro di immigrati dall’Africa subsahariana.
Le spiegazioni di questo fenomeno avanzate nell’articolo riecheggiano in non pochi punti le teorie di Ricolfi sulle società signorili di massa.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.