stiamo tranquilli…

I manipolatori occulti

I manipolatori occulti

0 commenti

Domenico Guzzardi e Giuliana Freschi parlano su Jacobin Italia dei «manipolatori occulti», ovvero un network di fondazioni di ispirazione liberista che — secondo i due autori — influenza il dibattito pubblico sia negli Stati Uniti che nello stivale.

Gli «esperti» che commentano i fatti di attualità sui grandi media spesso sono espressione di Think Tank neoliberisti. Cercano di far passare per asettico ciò che è ideologico. Una strategia che dagli Usa sta arrivando anche in Italia

Sui nomi degli altri finanziatori, invece, si sa ben poco. Nel caso di Ibl, sappiamo quanta parte dei loro finanziamenti viene da quale settore (ad esempio: energia, finanza, farmaceutico, assicurazioni, sanità). Ed ecco il secondo paradosso: non è contro-intuitivo che un’associazione che promuove le idee per il libero mercato che si fondano sul diritto a un’informazione perfetta, libera e accessibile, non persegua la trasparenza come fine ultimo? Benché fornisca informazioni sufficienti a soddisfare i requisiti di legge, citare nomi e cognomi dei finanziatori permetterebbe ai fruitori della loro disinteressata ricerca e divulgazione di conoscere eventuali conflitti di interesse.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.