stiamo tranquilli…

La ferocia degli sgomberi a Roma e l’assenza di politiche abitative

La ferocia degli sgomberi a Roma e l’assenza di politiche abitative

0 commenti

A cura di @NedCuttle21(Ulm).

Su Internazionale, un reportage di Annalisa Camilli sullo sgombero dell’edificio scolastico di Primavalle del 15 luglio scorso e sull’emergenza abitativa nella Capitale.

[…] È intervenuta anche l’assessora ai servizi sociali di Roma, Laura Baldassarre, che in un primo momento ha promesso “una soluzione” per tutti gli occupanti. “Baldassarre ha assicurato che erano state trovate case per tutti e ha detto che le famiglie non sarebbero state divise, ma in realtà poi sono state offerte le solite ricette: centri di accoglienza a bassa soglia e dei servizi non meglio identificati, tutte soluzioni temporanee e di emergenza”, spiega Cristiano Armati del Coordinamento di lotta per la casa. Secondo la sala operativa sociale del comune di Roma, sono state ricollocate in maniera temporanea 145 persone nei centri di accoglienza.

Ma i movimenti di lotta per la casa denunciano la mancanza di una strategia di lungo corso e il continuo susseguirsi di violenti sgomberi senza soluzioni a partire dall’estate del 2017. “Ormai siamo ridotti a scommettere su quale sarà il prossimo sgombero e le persone continuano a finire per strada”.

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.