stiamo tranquilli…

Parlare di scuola, con Condorcet

0 commenti

A cura di @Uqbal.

Condorcet, formato da un gruppo empre più numeroso di docenti, dirigenti e appassionati di scuola, crede ancora nella scuola italiana, che pure deve cambiare. Cambiare come? Mauro Piras spiega come e perché in quest’articolo per Le parole e le cose.

La scuola è in crisi, sembra. Se ne parla solo in negativo: aggressioni a docenti, bullismo, tetti che crollano; oppure, più in generale, scarsi risultati degli studenti italiani, alti tassi di dispersione, bassi stipendi e bassa considerazione dei docenti. E così via. La percezione diffusa è che la scuola italiana sia travolta da un declino irresistibile. Le due interpretazioni più accreditate di questa crisi sono speculari: una è “non c’è più la scuola di una volta”; la seconda è “la scuola è sotto attacco”.

Immagine da wikimedia.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.