stiamo tranquilli…

Le errate previsioni di economisti e analisti [EN]

di Guidarello • 2 Feb 2019 • 0 commenti 5

A cura di @Guidarello (modificato).

L’economista Prakash Loungani compie da anni ricerche circa l’accuratezza delle previsioni degli analisti-economisti. Utilizzando dati tratti da una pubblicazione chiamata Consensus Forecasts (pubblicata dal Consensus Economics), Loungani ha dimostrato, in un paper pubblicato con i colleghi Zidong An e João Tovar Jalles, che per oltre tre decenni tra le 150 recessioni registrate solo due sono state previste, il tasso di errore è poi salito al 100% nonostante il continuo aggiornamento dei modello previsionali. 

Economia, Feat

Il FMI appoggerà gli espropri del governo sudafricano [EN]

Il FMI appoggerà gli espropri del governo sudafricano [EN]

di D • 1 Set 2018 • 0 commenti 0

Su suggerimento di @D.

Il Fondo Monetario internazionale si è espresso sul piano di riforma sudafricano di riforma agraria, con cui il governo vuole ottenere il diritto di espropriare terreni, perlopiù proprietà della minoranza bianca, senza compenso in modo da procedere, nelle parole del presidente Ramaphosa, a una redistribuzione “in modo da aumentare la produzione agricola, migliorare la sicurezza alimentare e garantire che la terra sia restituita a coloro dai quali è stata sottratta sotto il colonialismo e l’apartheid”. 

Feat, Mondo

Il Fondo Monetario Internazionale ammette di aver sbagliato con la Grecia

Il Fondo Monetario Internazionale ammette di aver sbagliato con la Grecia

di Lowresolution • 30 Lug 2016 • 0 commenti 10

Su suggerimento di @Lowresolution.

Sta suscitando molto scalpore un rapporto dell’IEO (Independent Evaluation Office) del Fondo Monetario Internazionale, in cui si ammette apertamente che gli esperti del FMI hanno fatto una serie di disastrosi errori di valutazione sulla crisi della Grecia del 2010, al fine di sostenere il progetto dell’Euro, ignorando molti segnali di allarme sulla crisi imminente. 

Economia, Feat

Il Fondo Monetario Internazionale ed il neoliberismo

di cocomeraio • 31 Mag 2016 • 228 commenti 5

Su suggerimento di @Coco B. Ware e @reislaufer

Il Fondo Monetario Internazionale ha pubblicato uno studio che – pur sottolineando come “la crescita del libero commercio abbia consentito l’uscita dalla povertà milioni di persone e che la privatizzazione di imprese statali ha portato a migliori servizi ad un costo inferiore” – mette in discussione due punti della classica agenda neoliberista: la libera circolazione di capitali e lo stato leggero. 

Economia, Feat