stiamo tranquilli…

2020: Fuga da New York

0 commenti

Il saggista e imprenditore Luis Altucher ha scritto per il New York Post un triste e appassionato elogio funebre della città di New York, da cui il ceto lavorativo che può lavorare a distanza sta scappando con una velocità sorprendente. Secondo lui tutti i motivi di affari, cultura e possibilità di godere della vita collettiva in città sono spariti e non sono destinati a tornare viste le possibilità tecnologiche attuali.

Il celebre comico Jerry Seinfeld, newyorkese DOC, ribatte sul New York Times che NY non è destinata a morire, per via dell’inerente superiorità e insostuibilità delle interazioni umane reali, e ribadisce che la città risorgerà anche stavolta, una volta che sarà risolto il problema del virus.

Nella sua risposta Altucher fa riferimento ad una serie di dati economici che mostrano la velocità e intensità del declino del mercato immobiliare della città, oltre che il pericoloso buco che si sta creando nelle casse pubbliche.

Immagine da Sergio Boscaino, Flickr.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.