stiamo tranquilli…

Amazoniade. Un anno nel magazzino di Passo Corese

0 commenti

A novembre 2022 ArcGIS StoryMaps pubblica Amazoniade. Un anno nel magazzino di Passo Corese, il reportage del giornalista Massimiliano Cacciotti, corredato di video e illustrazioni, sul suo anno di lavoro come operaio (packer), durante il lockdown, nel magazzino Amazon di Passo Corese.

Cacciotti spiega dettagliatamente il lavoro svolto accompagnando il lettore in un viaggio all’interno di un contesto lavorativo moderno non privo di situazioni kafkiane.

In ogni station ci sono mille tipi di scatole: ci sono quelle grandi, quelle medie, quelle piccole, quella piccolissime. Pronte per ciascuna esigenza. C’è la K10, dove ci sta comoda una famiglia di elefanti. C’è l’A1, che è tipo una busta da lettere, ma in carta riciclata. Per ogni ordine che arriva, hai il computer che t’indica quale scatola usare. Tac, in automatico. Comodo, no?

Certo, una volta su dieci, o giù di lì, il computer ti fornisce anche qualche fake news. Cioè ti indica una scatola troppo grande, oppure una troppo piccola, oppure una giusta giusta, talmente giusta che basta solo che la confezione di un oggetto sia un po’ più gonfia del dovuto e ti si sfonda tutto. E allora, puoi pure dire addio al rate e al ritmo che avevi preso, che devi ricominciare daccapo, buttare tutto e rimpacchettare di nuovo.

In teoria, quando succede questo, non è che puoi cambiare formato di scatola, per prenderne uno più adatto, decidendo di testa tua. Se il computer ti dice che serve una K10 per una spilla e un’A1 per un frigorifero, c’è poco da fare: devi fare entrare il frigo nella busta da lettere. Costi quel che costi. Se proprio non ci riesci, allora dovresti chiamare un lead, o un manager, segnalargli il problema e attendere le sue indicazioni. Mi hanno detto che la procedura è così. E io ci ho creduto.

Il racconto di un anno di lavoro che sembra un esperimento sociologico, o una versione moderna dell’Inferno dantesco, con il narratore che, allo scadere dell’ultimo rinnovo, ricomincia una vita normale:

Poi tornerò, finalmente, nel mondo dei vivi, dell’aria, della luce. Tornerò a dormire col buio e a stare sveglio col sole. Tornerò nel mondo.

L’articolo è un long form in 20 capitoli, ma può essere scaricato in formato pdf e letto come un libro, o visto come un film guardando i video uno di seguito all’altro.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.