stiamo tranquilli…

Disforia di genere: le posizioni di Società Psicoanalitica Italiana da un lato e Società Italiana di Psichiatria e Ordine degli Psicologi dall’altro

0 commenti

Quotidiano Sanità riporta la notizia che la Società Italiana di Psicoanalisi ha esposto la sua posizione sul trattamento della disforia di genere, posizione contraria al possibile uso di farmaci che era stato approvato in precedenza dal Consiglio Nazionale di Bioetica con molti paletti.

Secondo il presidente della SPI

La sperimentazione in atto elude un’attenta valutazione scientifica accompagnata da un’approfondita riflessione sullo sviluppo psichico e suscita forti perplessità.

È importante avviare sulla questione dei ragazzi con problematiche di genere una rigorosa discussione scientifica a cui la Società Psicoanalitica Italiana darà il suo contributo volentieri.“

Secondo la SIP invece bisogna

“… evitare ogni deriva ideologica ed ogni forma di estremizzazione sul tema – come quelle che si stanno purtroppo vedendo nell’attualità – risulta oggi fondamentale per il bene degli interessati, soprattutto nei confronti di bambini e adolescenti che già si trovano spesso, oltreché in condizioni di sofferenza, anche privi di supporto a livello decisionale e non di rado marginalizzati dalle famiglie e dal contesto di appartenenza”


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.