stiamo tranquilli…

Influenza, quattro mutazioni tra pandemica e stagionale

0 commenti

A cura di @NedCuttle21(Ulm).

In che modo i virus influenzali pandemici si trasformano in virus stagionali? Cos’è l’interferone e qual è il meccanismo alla base della funzione antivirale della proteina chiamata TRIM 22? In che modo gli amminoacidi noti come arginina e lisina sarebbero correlati alla suscettibilità della nucleoproteina del virus all’azione della TRIM 22? Quali mutazioni sono state riscontrate nei virus influenzali degli ultimi cento anni e in che senso il meccanismo che li determina avrebbe una curiosa analogia con un gioco della settimana enigmistica? È vero che le mutazioni che rendono il virus influenzale meno aggressivo, e quindi più suscettibile a un’efficiente risposta immunitaria, garantirebbero ad esso la persistenza negli anni all’interno della popolazione ospite? A queste domande prova a rispondere la dottoressa Elisa Vicenzi in un articolo pubblicato su Scienza in Rete.

Come ogni anno, con il sopraggiungere della stagione invernale saremo esposti ai virus influenzali che causeranno problemi di salute e significative perdite economiche. In una piccola ma non trascurabile percentuale, ci saranno complicazioni e potenzialmente anche un aumento della mortalità tra neonati e anziani provocata dagli stessi virus. Ritorna perciò il tema della vaccinazione anti influenzale annuale.

Immagine da public domain.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.