stiamo tranquilli…

Stagione NBA: verso la volata per la post season [EN]

48 commenti

Su suggerimento e a cura di @Lemkin

Passato l’All Star Game e la trade deadline, inizia la volata finale per definire le posizioni in vista della off-season. Proprio dalla trade deadline ripartiamo per vedere cosa è successo e quali sono i punti interrogativi al termine di una sessione di mercato fiacca ma non per questo priva di spunti. Più in generale, per vedere a che punto siamo, ecco un third-quarter report della stagione, squadra per squadra.
Una delle rivelazioni dell’anno sono sicuramente i Portland Trail Blazers, pronosticati da più o meno tutti in lottery ed ora in lotta addirittura per la sesta posizione. Merito di un ottimo coach, di una superstar in the making e forse ormai fatta e finita come Lillard, di un sistema che funziona nonostante la perdita di cinque dei primi sei uomini di rotazione dello scorso anno. Ecco un bell’articolo di Zack Lowe a riguardo.
Dalla assoluta rivelazione ad una delle realtà più consolidate degli ultimi 20 anni di pallacanestro a stelle e strisce: i Dallas Mavericks, per l’ennesima volta da quando un certo signore da Wurzburg è atterrato a Dallas, stanno per andare ai playoffs.
Squadre rivelazione, squadre consolidate, squadre delusione: dopo la post-season raggiunta in extremis la passata stagione, quasi nessuno avrebbe immaginato il passo indietro dei Pelicans e di Anthony Davis quest’anno. Qui, invece, a partire dalla situazione dei Pelicans si discute del futuro della Western conference e delle sue squadre emergenti.
Spostandoci a est, altra squadra delusione sono stati sicuramente i Milwaukee Bucks: giovani tra i più interessanti e spettacolari della lega, allenatore quantomeno carismatico, stagione passata molto positiva, eppure quest’anno i playoffs sono assai lontani.
Abbiamo già parlato del cambio di allenatore dei Cleveland Cavaliers: ecco un bel ritratto del nuovo coach Tyronn Lue .
Sempre parlando di contender, o wannabe tali, una breve analisi sulla misteriosa seconda parte di stagione dei Clippers, che pur avendo perso Blake Griffin, sono riusciti a raggiungere un record tale da lottare con dei Thunder al momento in gravi difficoltà per la terza piazza a ovest.
Due squadre stanno dominando la stagione, Warriors e Spurs: un’interessante riflessione sulla struttura (e la costruzione) di due squadre che affiancano alle star un organico assai completo e un gioco “democratico”.
Infine, a proposito di Spurs e di organizzazioni di successo, per la diciannovesima stagione di fila la franchigia texana raggiunge la post-season, eguagliando in questa classifica i Celtics di Red Auerbach e Bill Russell: ecco una carrellata di 19 momenti da 19 stagioni.

 

Immagine di Leo Hidalgo via Flickr, CC BY 2.0


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.