stiamo tranquilli…

Lo spettro del terrorismo neonazista dopo l’omicidio Lübcke

Lo spettro del terrorismo neonazista dopo l’omicidio Lübcke

0 commenti

A cura di NedCuttle21(Ulm) (modificato)

Un articolo di Valigia Blu fa il punto sul pericolo di attentati di matrice neonazista in Germania, partendo dal caso di Walter Lübcke, il politico democristiano tedesco ucciso tre settimane fa e famoso per la sua posizione nettamente a favore dei migranti.

Quattro anni fa, nel 2015, quando la Germania accolse circa 1 milione di migranti, da amministratore territoriale, Lübcke aveva dovuto gestire la loro dislocazione nei centri di accoglienza. In quell’occasione, si era scontrato con il movimento islamofobo e di estrema destra PEGIDA (Patriotische Europäer gegen die Islamisierung des Abendlandes, in italiano “Europei patriottici contro l’islamizzazione dell’Occidente”). Una volta, in una riunione cittadina per discutere dei centri di prima accoglienza in Assia, era stato più volte interrotto da sostenitori di PEGIDA, e allora aveva dichiarato che i valori cristiani quali l’accoglienza e l’aiuto verso il prossimo nel momento del bisogno sono valori fondanti. «Chi non condivide questi valori – disse in quell’occasione – può lasciare questo paese in ogni momento, se non è d’accordo. Questa è la libertà di ogni tedesco»


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.