stiamo tranquilli…

La questione meridionale al tempo dei nazionalismi economici

La questione meridionale al tempo dei nazionalismi economici

0 commenti

A cura di @NedCuttle21(Ulm).

Secondo un articolo pubblicato su Strade, il più grave problema del Mezzogiorno “è la drammatica emorragia di capitale umano”.

Secondo le anticipazioni del rapporto Svimez 2018, negli ultimi 16 anni più di 900 mila giovani tra i 15 e i 34 anni hanno lasciato il Mezzogiorno, verso il Nord e verso l’estero. Di questi quasi 800 mila non sono tornati.

Secondo le stime dell’Istat di lungo periodo, come effetto di un progressivo calo delle nascite e di una continua perdita migratoria, nei prossimi anni la contrazione demografica renderà il Sud una delle macroregioni più vecchie d’Europa, con inevitabili ripercussioni per lo sviluppo e per l’equilibrio del sistema socioeconomico meridionale e nazionale.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.