stiamo tranquilli…

Che cosa rischia l’Italia col nuovo patto Germania-Francia sui fondi Ue

0 commenti

Su suggerimento di Annibale

L’Italia rischia sul Fiscal Compact uno scontro costosissimo con Francia e Germania, che potrebbe terminare con l’esclusione del Belpaese dai finanziamenti comunitari. Il problema però, secondo Gianfranco Polillo per Smart Magazine, non nasce da oggi, ma fin da quando il Fiscal Compact è stato concepito.

Perché l’Italia rischia di essere fuori? Per la semplice ragione che quelle raccomandazioni – una su tutte: riduzione del deficit dello O,6 per cento, contro un aumento preventivato di 4 volte tanto per il 2019 – non le ha rispettate. Quindi “no sharing (condivisione) – no money”. Ed è stato subito allarme rosso. Soprattutto da parte delle Regioni. Con Vincenzo De Luca che polemizza, non senza ragione, con la Ministra Lezzi.

Questi i fatti. Raccontare i quali, tuttavia, non basta. Il peccato originale italiano, che tutto trascina, è stato quello di non aver contestato, a tempo debito, il Fiscal Compact. Non si trattava di dire, come è stato detto, “chi se ne frega”. Nè tanto meno sostenere la sua semplice impossibile abolizione. Ma proporre le modifiche indispensabili, per garantire una coerenza maggiore con l’intera filiera della legislazione europea. Al fine di coniugare al meglio le esigenze della stabilità finanziaria con quelle dello sviluppo.

Immagine: European Council


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.