stiamo tranquilli…

Gearbox: sei notizie sull’auto, più una – #6

0 commenti

A cura di @Jeby.

Torna l’appuntamento con sei notizie sul mondo auto, più una. Stavolta coi link giusti!

In questa puntata: qualcuno ritorna, paparazzi si appostano, un pilota mette gli occhiali, il diesel è brutto e cattivo, una Volvo si muove, Trump si vanta, un dipendente dorme al volante.

Prima – Prime, premi, primati

Torna in TV un classico britannico dei motori: sono ricominciate le riprese di Fifth Gear! Un altro inglese notevole, lo stravagante ingegnere Edd China, torna su YouTube con 2 show.
Nel campo videoludico, il nuovo Assetto Corsa Competizione mostra il rinnovato motore di gioco con condizioni meteo e di luce realistiche.

Ferrari vince il premio “Best of the Best” al prestigioso Engine of the Year 2018 col V8 biturbo che diventa quindi il miglior motore degli ultimi 20 anni, mentre Toyota e Volkswagen si contendono il primato delle auto più vendute al mondo.

Seconda – Veline, svelate, spiate svestite

Giugno caldo per gli amanti del gossip e delle foto rubate!

Qualcuno ha deciso di rilasciare in rete foto delle brochure del nuovo Suzuki Jimny, inclusa la versione “Sierra” più simile a quella destinata al nostro mercato. Sempre in Giappone, Mazda svela le novità della versione 2019 della mx5: il roadster vedrà un’importante iniezione di potenza e coppia, con diversi particolari del motore rivisti, e per la prima volta nella sua trentennale storia sarà dotata di piantone di sterzo regolabile in profondità.

In Germania c’è grande fermento: BMW se la deve vedere con la fuga dei modelli di stile per i brevetti di Z4, le foto spia della Serie 8 Cabrio e le voci di corridoio sulla cancellazione di Serie 2 Cabrio. Audi è al lavoro sulla futura generazione della A6 e sulla Q8 RS, entrambe fotografate alle prese con i test stradali, mentre Porsche procede con i test per la 718 Boxster Spyder.

La ormai Franco-Sino-Teutonico Opel svela un nuovo concept e i piani di sviluppo motori e condivisione piattaforme con PSA.

Dall’altro lato dell’Oceano, continuano i test sulla futura Corvette a motore centrale: una svolta epocale che potrebbe anche essere accompagnata da trazione integrale e powertrain ibrido.

Terza – Notizie in corsa

In F1 si lavora alla definizione del regolamento e degli standard perle prossime stagioni. La FIA ha dato il via libera alle norme per un nuovo tipo di casco, più protettivo e con rinforzi balistici. Si lavora anche sulla dimensione dei cerchi, che potrebbero passare ai 18″ dagli attuali 13″, e sull’aerodinamica. Dal punto di vista mediatico, sono stati sperimentati con successo da Grosjean gli occhiali per le riprese in prospettiva pilota.
Il Mondiale Endurance non sta a guardare e pensa di introdurre la classe delle Hypercar,per diminuire i costi di gestione da parte dei team, e la FIA sarebbeanche al lavoro su un programma per aumentarte le quote rosa.

Quarta – Emissione Impossibile

Continua la tragica epopea del dieselgate. Indagato il CEO di Audi e il gruppo Volkswagen si prende una multa da 1 miliardo in Europa, sempre per la questione dieselgate. Sempre in Europa, Daimler dovrà richiamare 774 mila auto diesel proprio a causa delle emissioni diesel.

Il sindaco di Milano, intanto, ha deciso che da Gennaio 2019 non potranno più circolare auto diesel Euro 3 su tutto il territorio comunale. Il divieto verrà via via esteso anche ad Euro 4 e 5, fino ad arrivare al divieto completo nel 2025. Un po’ in ritardo rispetto al capoluogo Lombardo, a Roma si discute sull’introduzione di una pollution charge, simile a quella londinese o all’Area C di Milano.

L’alternativa elettrica però non sembra tutta rose e fiori: secondo uno studio tedesco, l’introduzione massiccia di motorizzazioni elettriche causerà la perdita di 75 mila posti di lavoro nella sola Germania.

Dalla Norvegia arriva anche la notizia che chi guida auto elettriche o ibride fa in media il 20% in più di incidenti rispetto a chi guida un’auto a motore a combustione interna. Inoltre queste auto sarebbero anche più costose da riparare, motivo per cui i premi delle assicurazioni per veicoli elettrici stanno salendo notevolmente.

Quinta – Novità galvanizzanti

La febbre elettrica però non è destinata a fermarsi. Porsche, infatti, procede con la sua supercar che sarà probabilmente chiamata Taycan, mentre Mercedes presenta il suo nuovo prototipo di compatta elettrica in Sicilia.

Volvo invece porterà una Polestar 1 marciante al  festival di Goodwood, e ha già annunciato la linea “Polestar Engineered” che porterà sistemi ibridi ad alte prestazioni su S60, V60 e XC60.

Sempre rimanendo in Cina, Byton ha presentato il concept della sua ammiraglia,dotato di trazione elettrica e sistemi di guida autonoma basati sulidar, che dovrebbe entrare in commercio nel corso dei prossimi 4 anni.

Sesta – Politica a stelle, strisce e ruote

Trump va in visita in Corea del Nord e mostra a Kim la sua bella limousine presidenziale. Però dalla Corea del Sud arrivano accuse proprio a Trump, che con le sua politiche relative ai dazi, starebbe prendendo di mira tutti i produttori internazionali.

Secondo varie opinioni, i dazi proposti da Trump sui metalli e quelli paventati sulle importazioni di auto, potrebbero portare ad una riduzione di 1 o 2 milioni di auto vendute per anno in USA, e compromettere l’economia canadese. Un altro effetto parrebbe essere quello che le case cinesi preferiranno in futuro investire nel mercato europeo piuttosto che su quello USA.

Sempre per politiche americane, il gruppo PSA ha deciso di rinunciare ad espandere il suo mercato in Iran, preferendo lavorare al rientro nel mercato USA e volendosi tenere lontano dal rischio di sanzioni.

Retromarcia – Corrente negativa 

Settimana un po’ tesa in Tesla. Nuova causa, pare che un dipendente sia stato licenziato dopo aver riportato dubbi sulla sicurezza in impianto. In più, sembra, Tesla avrebbe impedito ad alcuni dipendenti di organizzarsi in unioni sindacali. Dal punto di vista occupazionale, Tesla vedrà il licenziamento di circa 4000 persone, pari al 9% dell’attuale forza lavoro, in uno sforzo verso la redditività.

E mentre Tesla annuncia che ad Agosto verrà rilasciato il software per la guida autonoma, BBC dimostra come la guida assistita fallisca in semplici situazioni. E nonostante le richieste di sistemare i difetti dell’Autopilot, pare che il sistema funzioni abbastanza bene da consentire ad un dipendente di Tesla di dormire al volante.

Immagine di apertura Edd China’s Mad Sofa Mini by Funk Dooby


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.