stiamo tranquilli…

Le altre donne afghane

0 commenti

Anand Gopal scrive della guerra al terrorismo da oltre un decennio. Subito dopo il ritiro americano dall’Afghanistan, ha pubblicato sul New Yorker un long form che segue la vita di una donna afghana di Pan Killay, uno dei tanti villaggi rurali del paese: dal governo filosovietico del 1979 a quello nascente dei nuovi talebani, passando per l’occupazione americana, è una lunga storia di prepotenze, precarietà e uccisioni arbitrarie, diversa sotto molti aspetti dalla vita a Kabul.

“The Americans did not bring us any rights. They just came, fought, killed, and left.”

 

— Immagine da Wikimedia Commons


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.