stiamo tranquilli…

Una critica al “post-giornalismo”

Una critica al “post-giornalismo”

di Saburo • 16 Feb 2021 • 0 commenti 0

Un pezzo pubblicato su City Journal, una rivista di politica pubblicata dal Manhattan Institute for Policy Research, analizza il modo in cui il New York Times e altri media di spicco negli USA hanno apparentemente adottato un modello di informazione militante a scapito di un tradizionale approccio giornalistico più obiettivo. 

Media, Rapide

Guida tascabile al linguaggio woke [EN]

Guida tascabile al linguaggio woke [EN]

di Apollyon • 12 Feb 2021 • 0 commenti 3

With the ascendency of Joe Biden and the rise of Leftism around the Western world, it is vital that every person hoping to survive the next four years becomes fluent in the mysterious language of Wokespeak.

 

Mondo, Rapide

Il passato da informatore del leader dei Proud Boys [EN]

Il passato da informatore del leader dei Proud Boys [EN]

di tusaichi • 28 Gen 2021 • 0 commenti 0

Enrique Tarrio, the leader of the Proud Boys extremist group, has a past as an informer for federal and local law enforcement, repeatedly working undercover for investigators after he was arrested in 2012, according to a former prosecutor and a transcript of a 2014 federal court proceeding obtained by Reuters.

 

Mondo, Rapide

Il tramonto dell’età politica social conservatrice?

di ex cocomeraio • 17 Gen 2021 • 0 commenti 4

Lo storico Arnaldo Testi su alleo.it ritiene che si sia esaurito, con disordini sociali e spasmi istituzionali ma questo non dovrebbe sorprendere, è già successo in altri passaggi cruciali del passato, un ciclo politico-sociale repubblicano conservatore, concepito negli anni della presidenza Nixon, nato con la presidenza Reagan, e che ha avuto la sua età dell’oro nell’ultimo ventennio del Novecento. 

Feat, Mondo

Dichiarazione congiunta sul tentativo del 6 gennaio di sovvertire i risultati delle elezioni [EN]

Dichiarazione congiunta sul tentativo del 6 gennaio di sovvertire i risultati delle elezioni [EN]

di Perodatrent • 6 Gen 2021 • 0 commenti 3

Il rappresentante Thomas Massie (R-Ky.) pubblica sulla sua pagina ufficiale del Congresso un documento elaborato con altri rappresentanti repubblicani, in cui il gruppo si oppone alle proposte di altri rappresentanti del partito che mirerebbero a sottrarre ai singoli stati dell’Unione la capacità di nominare gli elettori che dovranno nominare il presidente degli USA. 

Feat, Politica