stiamo tranquilli…

Arrivati nei supermercati britannici i primi lamponi raccolti da un robot

0 commenti

Julia Kollewe sul Guardian riporta la notizia che un primo esemplare di robot capace di raccogliere lamponi è in uso in una coltivazione sotto tunnel in Portogallo.

Finora la raccolta dei lamponi era possibile solo a mano, per la delicatezza del frutto, ma l’azienda britannica Fieldwork Robotics è riuscita a sviluppare sensori capaci di raccoglierli senza danneggiarli.

Allo stesso tempo, i nostri sensori sono ormai così avanzati da poter dire se la frutta è pronta per essere raccolta o meno, il che significa che ciò che può essere venduto è tutto ciò che viene raccolto.

L’azienda calcola che la produttività del robot supererà quella di manodopera umana, e previene le critiche affermando:

Alcuni temono che rubiamo il lavoro, ma [gli agricoltori] non riescono a trovare abbastanza lavoratori al momento”. L’obiettivo dichiarato di Fieldwork è quello di realizzare robot autonomi in grado di operare a fianco dei lavoratori umani e di garantire che le eventuali lacune vengano colmate, piuttosto che sostituire gli esseri umani. Le tariffe per il servizio di raccolta con robot sono simili a quelle dei lavoratori stagionali.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.