stiamo tranquilli…

Cos’è la magia?

0 commenti

I fenomeni classificati come magia, stregoneria o arti diaboliche nell’Italia e nell’Inghilterra della prima modernità erano i resti di culti rurali arcaici, residui della religione romana, della medicina popolare, delle conoscenze attorno alla distillazione di stupefacenti, veleni o medicine, delle invenzioni meccaniche e ottiche, degli esperimenti di astrologia e alchimia, delle tecniche di manipolazione psicologica e dei rituali volti ad aumentare il proprio potere sulla natura.

Riprendendo una critica espressa dal Lollardy, in Inghilterra i cristiani riformati definivano i riti cattolici “magia”. Si potrebbe dunque supporre che “magia” sia stato usato come termine dispregiativo per tutte le pratiche invise alla società – eppure anche gli uomini di cultura definivano le loro operazioni con questo termine, poi ripreso dagli studiosi moderni come una definizione generica di una vasta varietà di procedure.

Ne parla L’indiscreto.

 

Immagine da pixabay.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.