stiamo tranquilli…

Inail: nel 2020 l’86% delle aziende controllate erano irregolari. E di lavoro si muore sempre più

0 commenti

La Stampa riassume i risultati delle ispezioni Inail del 2020: su 7486 aziende controllate, oltre l’86% hanno evidenziato irregolarità. Le retribuzioni imponibili accertate come evase superano il miliardo e mezzo di euro.

I dati sulla sicurezza mostrano più ombre che luci: in aumento le morti, dovuta alla pandemia, ma non solo:

I casi mortali denunciati nel 2020 sono stati 1.538, con un incremento del 27,6% rispetto ai 1.205 del 2019 che deriva soprattutto dai decessi causati dal Covid-19, che rappresentano oltre un terzo del totale delle morti segnalate all’Istituto. Gli infortuni mortali per cui è stata accertata la causa lavorativa sono invece 799 (+13,3% rispetto ai 705 del 2019), di cui 261, circa un terzo del totale, occorsi «fuori dell’azienda» (i casi ancora in istruttoria sono 93).

Immagine da Wikimedia Commons

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.