stiamo tranquilli…

La fattoria degli animali compie 75 anni ma è sempre attuale

0 commenti

Un articolo di Mark Satta pubblicato su The Conversation e tradotto per Internazionale da Federico Ferrone prova a spiegare cosa intendesse George Orwell con socialismo democratico.

Settantacinque anni fa, nell’agosto del 1946, veniva pubblicato negli Stati Uniti La fattoria degli animali di George Orwell. Fu un enorme successo, con oltre mezzo milione di copie vendute nel primo anno. Il libro fu seguito tre anni dopo da un successo ancora maggiore: il romanzo distopico di Orwell 1984.

In qualità di professore di filosofia, m’interessa osservare come le idee di Orwell rimangano attuali oggi, comprese quelle su totalitarismo e socialismo.

Cos’è il totalitarismo secondo Orwell, a detta di Mark Satta:

Per Orwell il totalitarismo era un ordine politico incentrato sul potere e sul controllo.

(…) Allo stesso modo nel suo saggio del 1942, Looking back on the spanish war (Ripensando alla guerra spagnola), Orwell sostiene che il totalitarismo ha bisogno di negare l’esistenza di fatti neutrali e di una verità oggettiva. Orwell identifica la libertà e la verità come “garanzie” contro il totalitarismo. L’esercizio della libertà e il riconoscimento della verità sono azioni incompatibili con il controllo centralizzato totale che il totalitarismo impone.

E cos’è quindi il socialismo democratico secondo Orwell:

Nel suo libro del 1937 La strada di Wigan Pier, Orwell scrive che il socialismo significa “giustizia e libertà”. La giustizia a cui si riferisce va oltre la semplice giustizia economica. Include anche la giustizia sociale e politica.

Immagine da Pixabay


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.