stiamo tranquilli…

Operazione contro sito di abusi; social e la moderazione dei politici; Hong Kong e aziende

0 commenti

Così è stato chiuso il più grande sito di pedopornografia delle darknet.
Un 23enne sudcoreano, Jong Woo Son, gestiva il più grande mercato di pedopornografia delle darknet (le reti che permettono di comunicare in modo anonimo ma anche di realizzare siti non localizzabili), direttamente dalla sua camera. Finché non è stato arrestato, insieme a decine di altre persone in tutto il mondo, in una delle più importanti operazioni di polizia contro lo sfruttamento sessuale e la violenza su minori, spesso bambini piccolissimi. Il cuore dell’operazione (gestita da Usa, UK, Germania e Corea del Sud) è avvenuto nel marzo 2018, quando è stato sequestrato il sito in inglese Welcome To Video, che conteneva oltre 200mila filmati unici (metà dei quali non erano già noti, non erano cioè ripresi da altri siti) di abusi sessuali su minori e bambini, e che ha processato 7300 transazioni bitcoin per un controvalore di 730mila dollari.

Continua a leggere su Guerre di rete, la newsletter di Carola Frediani.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.