stiamo tranquilli…

Sindrome cinese; tutti i volti degli hacker russi; paghe minime digitali; smartphone perquisiti e altro

0 commenti

Microchip inseriti per spiare l’industria e il governo americano?
Un attacco al cuore della filiera produttiva dell’industria dei computer. Condotto segretamente dalla Cina. Per la seconda volta di fila non ci sono dubbi su quale sia la notizia della settimana in ambito cyber ma non solo (e poco raccontata, anche se al solito molto commentata, in Italia).
Un’inchiesta esplosiva. Ma come vedremo anche contestata e problematica, che solleva interrogativi sul metodo giornalistico. E che intanto ha ricadute in Borsa, ma soprattutto potrebbe dare l’accelerazione definitiva alla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina.

L’articolo continua su Guerre di Rete, la newsletter di Carola Frediani.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.