stiamo tranquilli…

Le fake news della C.I.A. [EN]

di corvoninety • 18 Ott 2017 • 0 commenti 7

A cura di @corvoninety.

In questo articolo del New York Times, Kenneth Osgood -professore di storia alla Colorado School of Mines- ritiene che l’interferenza russa alle elezioni presidenziali americane del 2016 non sia stata certo la prima occasione in cui un governo tenta di manipolare i media. 

Feat, Media

Il gruppo editoriale Espresso ha patteggiato una multa di 175,3 milioni di euro alla Commissione Tributaria Regionale di Roma

Il gruppo editoriale Espresso ha patteggiato una multa di 175,3 milioni di euro alla Commissione Tributaria Regionale di Roma

di hookii • 30 Set 2017 • 0 commenti 2

GEDI Gruppo Editoriale, la società che possiede i quotidiani Repubblica, la Stampa e il Secolo XIX oltre al settimanale L’espresso e alcune radio, ha deciso di pagare 175,3 milioni di euro alla Commissione Tributaria Regionale di Roma, con cui aveva un processo

The post Il gruppo editoriale Espresso ha patteggiato una multa di 175,3 milioni di euro alla Commissione Tributaria Regionale di Roma appeared first on Il Post

Ex feed, Media

I media sono lontani dalla realtà

I media sono lontani dalla realtà

di @spacc • 27 Set 2017 • 0 commenti 7

Su suggerimento di @spacc e @Ghiaccio

Su FiveThirtyEight, nell’ultimo articolo di una serie dedicata alla vittoria di Donald Trump, Nate Silver racconta la complicata relazione tra previsioni probabilistiche e giornalisti, che secondo lui tendono a costruirsi una narrazione che prescinde dai fatti e a sottovalutare l’incertezza insita nelle previsioni. 

Media

Tre uomini e un fenicottero

Tre uomini e un fenicottero

di Ulrich von Hutten • 21 Ago 2017 • 0 commenti 3

Su suggerimento di @Ulrich von Hutten.

In occasione delle elezioni del 5 novembre, il M5S ha lanciato il tour elettorale #atuttasicilia per promuovere il loro candidato. 

Feat, Media

Fair and balanced? – Sul giornalismo (im)parziale [EN]

di werner58 • 8 Lug 2017 • 0 commenti 6

A cura di @Werner58 (modificato).

Su Politico Mitchell Stephens, docente di giornalismo alla New York University, applica una interessante forma di “materialismo storico” al giornalismo anglosassone, sostenendo che il grande valore dato nei tempi moderni alla par condicio e l’enfasi su “i fatti separati dalle opinioni” discendano nei fatti da considerazioni commerciali: la concentrazione provocata dalla radio prima, e dalla TV poi imponeva neutralità politica per accattivarsi un pubblico molto vasto.  

Feat, Media