stiamo tranquilli…

“Dote” ai diciottenni: non facciamo parti uguali fra disuguali

0 commenti

In un articolo pubblicato su Valigia Blu, Cristina Da Rold, illustrando i dati raccolti da alcune agenzie, spiega come le disuguaglianze di reddito e culturali si ripercuotano sull’andamento scolastico degli studenti influenzando anche le scelte che questi compiono circa la tipologia di scuola superiore da frequentare.

Il 22 luglio 2022 la Banca d’Italia ha pubblicato l’Indagine sui bilanci delle famiglie italiane. Nel complesso, il 30% delle famiglie italiane ha un reddito familiare medio di 13mila euro, il 60% inferiore a 30mila euro, a fronte di un 13% di famiglie con più di 55mila euro di reddito e, tra queste, quasi un 4% con redditi superiori a 150 mila euro. In altre parole oltre il nono decile (il decimo decile sono i ricchissimi) si spartisce il 33,7% della ricchezza delle famiglie. Fra i dipendenti, una famiglia operaia ha un reddito di poco più di 29 mila euro lordi annui, una famiglia di impiegati 39 mila euro e una famiglia di dirigenti 86 mila euro. Il reddito pro capite di una famiglia operaia è di 12.985 euro, quello di una famiglia impiegatizia è di quasi 20 mila euro e quello di una famiglia molto benestante supera i 35 mila euro.

Il resoconto Oxfam: Disiguitalia 2022 (PDF).

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.