stiamo tranquilli…

Europa: O la va o la spacca

0 commenti

Sono passate due settimane dall’ultima volta che ci siamo sentiti: eppure ci sono di nuovo un sacco di cose in ballo. Si è continuato a parlare di una soluzione europea all’emergenza del coronavirus, anche in una infruttuosa video-riunione dei leader europei, e continuano ad esserci previsioni preoccupanti e strategie diverse da paese a paese.

Soprattutto, si è fatta strada l’opinione che la crisi in corso sarà un momento della verità per l’Europa e le sue istituzioni. O la va o la spacca, hanno ripetuto illustri ex presidenti della Commissione, rispettati analisti e, più umilmente, diverse persone con cui abbiamo parlato. Se non darà un aiuto decisivo per risolvere la crisi, dicono, finirà per esserne travolta.

Fra qualche mese avremo sicuramente le idee più chiare. Per adesso la crisi, come tutte le più gravi della storia, sta sicuramente facendo emergere un sacco di problemi che bollivano da qualche anno, prima che una mano invisibile alzasse ancora la fiamma sotto la pentola. Sono cose che vanno dette, a costo di scontentare qualche lettore innamorato del progetto di integrazione europea e quindi un po’ cieco ai suoi difetti.

Continua a leggere su Konrad, la newsletter de il Post


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.