stiamo tranquilli…

Fondamentali di robotica per i ragazzi che non frequentano l’ora di religione, l’Unione atei: «Così promuoviamo la cultura scientifica»

0 commenti

Alex Corlazzoli su il Fatto Quotidiano illustra una iniziativa della UAAR per promuovere la cultura scientifica in alternativa all’insegnamento della religione cattolica.

L’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR) ha finanziato con 70mila euro la distribuzione di 170 kit di giochi di costruzione legati alla scienza e alla robotica. Manuel Bianco, ideatore dell’iniziativa, vede questo intervento come necessario per valorizzare meglio il tempo degli studenti che non si avvalgono dell’ora di insegnamento della religione cattolica (tempo oggi organizzato in maniera estemporanea per la mancanza di risorse).

I kit di costruzione sono programmabili e la casa produttrice assicura che siano utili per «sviluppare il pensiero critico e a risolvere problemi complessi». Sedici regioni hanno risposto al bando. Bianco si mostra soddisfatto e chiede alle Istituzioni di fare di più:

Non pensavamo che sarebbero arrivate così tante richieste. Ne siamo felici […] perché lo riteniamo un segnale positivo per l’ora alternativa. Probabilmente se dal ministero arrivassero risorse adeguate, le scuole riuscirebbero a valorizzare al meglio questo tempo. Nel frattempo saremmo felici di essere copiati su larga scala

Immagine: Edward Headington, Soviet propaganda.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.