stiamo tranquilli…

Manuale di egemonia

0 commenti

Su Il Tascabile, Francesco Pacifico ci parla di Dominio, l’ultimo saggio di Marco D’Eramo saggista e collaboratore di New Left Review e MicroMega.

John Merril Olin, un grande imprenditore americano, apre il giornale una mattina del 1969 e ci trova delle terribili foto di militanti neri che entrano, “fucili in mano e cartucce a bandoliera – nel rettorato dell’ateneo in cui lui aveva studiato da ragazzo, la Cornell University”. Indignato, sconvolto davanti a quell’occupazione, l’imprenditore recupera la fondazione che porta il suo nome e la consacra all’obiettivo di “riportare le università all’ordine”. Nei 36 anni successivi, la fondazione Olin distribuirà “fondi per più di 370 milioni di dollari alle cause del liberismo estremo”. Due incisi. 1) La Olin corporation vendeva soda caustica, defolianti per l’esercito, armi e munizioni; 2) secondo il sito di Cornell, “members of the Afro-American Society (AAS) occupied Willard Straight Hall to protest Cornell’s perceived racism, its judicial system and its slow progress in establishing a black studies program”. È solo il primo assaggio di una controffensiva degli imprenditori contro le forze che minacciano il sogno americano.

Come per gli altri suoi saggi importanti (i due classici Il maiale e il grattacielo e Il selfie del mondo),  D’Eramo  sa individuare storie forti, le sa raccontare con tale dettaglio e intelligenza da poter influenzare profondamente le idee di chi legge.

 

Immagine da Flickr


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.