stiamo tranquilli…

Per Erasmo in Italia

0 commenti

Gigi Corazzol pubblica su Storia a Mestre un elogio del libro di Silvana Seidel Menchi, Erasmo in Italia. Corazzol, storico dell’economia, non è di fatto un esperto dell’inquisizione o della controriforma ma loda nel libro della Seidel Menchi un certo senso di esperienza di libertà: leggere Erasmo divenne difficile e complicato, per la persecuzione della sua scrittura e la lotta serrata che la censura condusse contro le sue pubblicazioni. Purtuttavia, in modi clandestini e sotterranei, spesso al rischio della vita e sfidando le possibili ritorsioni, personaggi di tutte le estrazioni sociali, modesti o ricchi che fossero, colti o semianalfabeti che appena riuscivano a capire cos’avevano in mano, si dedicavano o provavano a dedicarsi alla lettura di Erasmo.

L’opera di Corazzol è un commento a un saggio in commento di commenti ad Erasmo: con divagazioni, incisi sulla propria esperienza di lettura “in resistenza”, dopo il pensionamento dall’insegnamento universitario a Ca’ Foscari.

Immagine da Wikimedia.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.