stiamo tranquilli…

Per la sinistra italiana è davvero finita la corsa (speriamo)

Per la sinistra italiana è davvero finita la corsa (speriamo)

0 commenti

A cura di @NedCuttle21(Ulm).

Su Rolling Stone, Dario Falcini propone un’aspra analisi della sconfitta alle elezioni europee del 26 maggio scorso delle forze politiche a sinistra del Partito Democratico.

Cose che ha fatto Marco Rizzo negli ultimi tempi: sostenere che “Lenin e Stalin sono meglio di Renzi”, prendersela con Alberto Angela per un servizio considerato offensivo nei confronti dell’Unione Sovietica, annunciare una “Brexit anticapitalista” in Italia, criticare apertamente Greta Thunberg e la sua lotta, esprimere – ovviamente – solidarietà ad Assad e Maduro. Alle elezioni europee Marco Rizzo e il suo Partito Comunista hanno preso 234.232 voti, lo 0,88% del totale. La Sinistra 465.092, l’1,74%. Insomma, conveniva quasi fare campagna elettorale sostenendo che Aleksandr Solgenitsin fosse un impostore. E così il voto del 26 maggio ha rinnovato una tradizione tutta italiana: la morte della sinistra. Che, invece, come in un film di Bruce Willis senza lieto fine, a più riprese ha dimostrato di saper reggere alla grande la parte dell’agonizzante. Metaforicamente e con tutto il rispetto per chi ci ha creduto e ci crede, ci auguriamo che questa volta sia stata l’ultima.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.