stiamo tranquilli…

Perché l’elite “liberal” snobba il wrestling

0 commenti

A cura di @Perodatrent.

Il regista Stephen Merchant spiega sul Guardian le ragioni che lo hanno indotto a girare un film sulla storia della wrestler Saraya-Jade Bevis, in arte Paige, e come la preparazione della sceneggiatura gli ha fatto capire argomenti che difficilmente gli sarebbero venuti in mente.

In particolare, suggerisce come il tipo di intrattenimento offerto da artisti come Paige sia rivolto a persone che appartengono alle classi popolari, come quella da cui lui stesso proviene, mentre il tipo di intrattenimento offerto da registi come Ken Loach sia rivolto alle élite.

While we were eating our hummus and flatbread, there she was, hiding in plain sight. Marginalised for being a working-class wrestler, ignored and unheralded. I hope our film will go some way in correcting this injustice, but I am also left wondering just how many other Paiges are out there.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.