stiamo tranquilli…

Siamo programmati per essere tribali. Ma non è un destino [EN]

0 commenti

Sull’Economist (link alternativo), David Eagleman and Don Vaughn discutono di come funziona il cervello umano e la sua capacità di provare empatia, che non è universale e nemmeno scontata, ma emerge immancabilmente, insieme con il suo contrario, ovvero la paura, in particolari condizioni. Ma non è un destino essere sovranisti, e gli autori suggeriscono cinque strategia per rilassare la tensione razziale.

The tribal tendencies of humans can incite murder and torture, from the Spanish Inquisition to the Rwandan genocide. They can buoy the appeal of nationalist visions, from Hitler’s Final Solution to Mao’s Cultural Revolution. Given how deeply our biases are ingrained, are we doomed to repeat these atrocities forever?

Perhaps not. We suggest five strategies to narrow the empathic divide.

Immagine da Wikimedia.

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.