stiamo tranquilli…

Tutti leggono libri per bambini

0 commenti

A cura di @NedCuttle21(Ulm).

In un articolo pubblicato su Il Tascabile, la matematica Roberta Fulci indaga il mondo dei libri destinati ai più piccoli, che pare piacciano anche agli adulti, e prova a spiegare il motivo per cui tale settore sembra essere l’unico a resistere alla crisi dell’editoria.

“Non voglio diventare grunde!” scandiva Pippi Calzelunghe, concentratissima. Bisognava stare molto attenti, perché se dicevi “grande” invece di “grunde” l’incantesimo non funzionava. La formula di Pippi farebbe comodo ai tanti lettori che si scoprono, ben oltre l’età prescritta, consumatori di letteratura per l’infanzia. Ci sono tutti i professionisti del settore; genitori, zii e nonni che si affezionano alle storie che leggono ai più piccoli; insegnanti; e infine quei lettori che non si lasciano intimorire dalle classificazioni e, se hanno voglia di leggere un libro, che sia per adulti, bambini o ottuagenari, lo leggono e basta.

Immagine da pixabay.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.