stiamo tranquilli…

78a Mostra del Cinema di Venezia – Il gran finale

0 commenti

Quest’oggi si conclude la settantottesima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e stasera alle 19 durante la Cerimonia di chiusura che verrà trasmessa in diretta su RaiMovie scopriremo quali saranno i film premiati dalla Giuria internazionale presieduta dal regista sudcoreano Bong Joon-ho (Parasite, Snowpiercer, Memorie di un assassino) e composta tra gli altri da Saverio Costanzo (La solitudine dei numeri primi, Hungry Hearts) e da Chloé Zhao (vincitrice l’anno scorso del Leone d’Oro con Nomadland). Oltre al Leone d’Oro la Giuria avrà il compito di assegnare i due Leoni d’Argento (Gran Premio della Giuria e Premio per la Miglior Regia), il Premio per la migliore sceneggiatura, il Premio Speciale della Giuria nonché le due Coppe Volpi per la migliore interpretazione femminile e maschile e il Premio Mastroianni ad un giovane attore emergente.

In quest’edizione della Mostra del Cinema non sono certo mancati i film di altro livello e non è facile prevedere quali saranno i film che verranno premiati. Tra i favoriti menzioniamo The Power of the dog di Jane Campion, western intimista interpretato da un incredibile Benedict Cumberbatch, Illusions perdues di Xavier Giannoli film in costume tratto da un attualissimo romanzo di Honoré de Balzac, Spencer di Pablo Larrain che racconta gli ultimi giorni a corte di Lady Diana, il durissimo L’événement di Audrey Diwan che affronta il tema dell’aborto nella Francia degli anni sessanta nonché i due film italiani Qui rido io di Mario Martone e È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino. Ma ci sono molti altri film che sono stati apprezzati da critica e pubblico e che potrebbero aggiudicarsi un premio, a partire da Madres Paralelas di Pedro Almodóvar, per arrivare a The Card Counter di Paul Schrader e a Competencia Oficial di Gastòn Duprat e Mariano Cohn. Insomma mai come quest’anno la competizione è incerta e serrata.

E anche per quanto riguarda le attrici e gli attori quest’anno abbiamo assistito a delle interpretazioni di livello assoluto e sarà pertanto un compito veramente difficioe per la Giuria assegnare le Coppe Volpi per le migliori performance. In campo maschile tra i favoriti ricordiamo il già citato Benedict Cumberbatch, meraviglioso cow-boy in The power of The Dog, Toni Servillo per la sua interpretazione dell’attore e commediografo Eduardo Scarpetta nel film Qui Rido io  e infine il giovane Benjamin Voisin per il suo ruolo in Illusions perdues, che oltre che per la Coppa Volpi si candida anche per il premio Marcello Mastroianni per il migliore attore emergente.

In campo femminile parte leggermente favorita Penelope Cruz, anche solo per il fatto di essere presente qui al lido con due film in concorso (Madres Paralelas di Almodóvar e Competencia Oficial di Gastòn Duprat ). A contenderle la Coppa Volpi saranno la sorprendente Kristen Stewart con la sua Lady Diana in Spencer e Anamaria Vartolomei per il difficilissimo ruolo in L’èvénement. Una menzione particolare va al giovanissimo Kodi Smit-McPhee per la sua magistrale interpretazione in The Power of the Dog che potrebbe valergli, sempre che venga considerato un attore emergente, il premio Marcello Mastroianni.

Per quanto riguarda i film italiani quest’anno sono stati ben cinque le opere presentate in concorso; oltre ai già citati Qui rido io di Martone e È stata la mano di Dio di Sorrentino, gli altri tre film sono stati Freaks Out di Gabriele Mainetti, Il Buco di Michelangelo Frammartino e America Latina dei fratelli D’Innocenzo.

Qui di seguito trovate l’elenco completo con le relative minirecensioni di tutti e ventuno i film in concorso di questa settantottesima edizione della Mostra del Cinema di Venezia nonché alcune minirecensioni dei film fuori concorso, tra cui l’attesissimo Dune di Denis Villeneuve:


Film in concorso

The Power of the Dog di Jane Campion (Voto 8+)

Illusions perdues di Xavier Giannoli (Voto 8)

Spencer di Pablo Larrain (Voto 8)

L’événement di Audrey Diwan (Voto 8)

Qui rido io di Mario Martone (Voto 8)

Freaks out di Gabriele Mainetti (Voto 7 1/2)

Competencia Oficial di Gastòn Duprat e Mariano Cohn (Voto 7 1/2)

Captain Volkonogov Escaped di N. Merkulova e A. Chupov (Voto 7 1/2)

On The job: The missing 8 di Erik Matti (Voto 7 1/2)

Madres Paralelas di Pedro Almodóvar (Voto 7+)

Mona Lisa and the Blood Moon di Ana Lily Amirpour (Voto 7+)

The Lost Daughter di Maggie Gyllenhaall (Voto 7+)

Reflection di Valentyn Vasyanovych (Voto 7+)

The Card Counter di Paul Schrader (Voto 7)

Il Buco di Michelangelo Frammartino (Voto 6 1/2)

Leave no traces di Jan P. Matuszynsky (Voto 6 1/2)

Un autre monde di Stéphane Brizé (Voto 6 1/2)

Sundown di Michel Franco (Voto 6-)

È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino (Voto 5 1/2)

La Caja di Lorenzo Vigas (Voto 5 1/2)

America Latina dei fratelli D’Innocenzo (Voto 5)

 

Film fuori concorso

Dune di Denis Villeneuve (e anche qui)

Les choses humaines di Yvan Attal (Voto 7 1/2)

Amira di Mohamed Diab (Voto 7 1/2)

Miracol di Bogdan George Apetri (Voto 7+)

El otro Tom di Rodrigo Plà e Laura Santullo (Voto 7+)

Last Night in Soho di Edgar Wright (Voto 7)

Old Henry di Potsy Ponciroli (Voto 7-)

Inu-oh di Masaki Yuasa (Voto 6+)

El hojo ne la cerca di Joaquin del Paso


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.