stiamo tranquilli…

Archeologia dell’accelerazione

0 commenti

Il Tascabile propone una discussione sulla teoria dell’accelerazionismo tra Giorgiomaria Cornelio e Tiziano Cancelli.

In un momento storico di catastrofe, le teorie più asimmetriche e scomposte rispetto ai sistemi dati per certi proliferano come in un “movimento pandemico delle idee”. L’accelerazionismo è una di queste teorie, che sta conoscendo in Italia un rinnovato interesse grazie anche al suo carattere multiforme, declinato in diverse correnti. Nel suo libro di introduzione all’accelerazionismo How to accelerate, Tiziano Cancelli scrive:

L’accelerazionismo è (…) una modalità di corrispondere alla complessità̀ del tempo presente che, facendo leva sulla propria intensità virale, predica incessantemente la necessità di proiettarsi oltre la palude della contemporaneità, riattivando la capacità di immaginare ciò che riposa oltre i confini conosciuti.

Ma la forza dell’accelerazionismo è dovuta soltanto al suo proiettarsi verso il futuro, o sopravvive in questa filosofia una dissimetria ancora più antica: uno “spettro” che viene dal passato? Questa domanda è alla base della conversazione tra i due autori del Tascabile Giorgiomaria Cornelio e Tiziano Cancelli.

Immagine da Wikimedia.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.