stiamo tranquilli…

Credere che la sorveglianza di stato migliori l’intelligenza artificiale è sbagliato, e pericoloso

0 commenti

A cura di @Eliza.

Nella corsa agli armamenti sull’intelligenza artificiale, speigano Bruce Schneier e James Waldo su Foreign Policy (link alternativo), la Cina ha il vantaggio di avere accesso ai dati illimitati raccolti dal pervasivo sistema di sorveglianza statale.  Ma chiedere più sorveglianza e meno regole sui dati  non porta ad un progresso dell’intelligenza artificiale, ed è pericoloso.

Large data sets are essential to making this work, but that doesn’t mean that more data is automatically better or that the system with the most data is automatically the best system

Immagine: pixabay


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.