stiamo tranquilli…

È possibile conciliare turismo accessibile e tutela del paesaggio?

È possibile conciliare turismo accessibile e tutela del paesaggio?

0 commenti

A cura di @NedCuttle21(Ulm).

Il progetto di un sentiero da trekking attrezzato per disabili in Val di Mello sta suscitando diverse polemiche. Ne parla un articolo di Adriana Belotti pubblicato su Lettera 43.

Mi è sempre piaciuta la montagna. Quand’ero giovane e più magra mi portavano in spalla per sentieri scoscesi, impraticabili in auto, fino a raggiungere rifugi e punti panoramici. Ora sarebbe impossibile ripetere queste imprese senza provocare un’ernia al disco allo sfortunato sherpa di turno, quindi scelgo mete raggiungibili in auto. Anni fa Anna, un’amica che gestisce un rifugio in alta quota, è riuscita in via del tutto eccezionale a farmi trasportare in elicottero fin lassù ma sarà difficile ripetere l’esperienza ed è anche per questo che ricordo quei giorni di vacanza con particolare affetto. I monti non sono decisamente una delle mete più accessibili alle persone con disabilità motoria e nessuno ne ha colpa.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.